Ports of Call – Gli scali del Levante

Ports of Call è un libro dello scrittore libanese Amin Maalouf, autore di molti racconti influenzati dalla sua esperienza della guerra civile e dell’emigrazione dal Libano.
Si tratta di un romanzo d’amore, ma non solo, che vede contrapposti grandi ideali alle più grandi guerre del secolo scorso: la seconda guerra mondiale e il conflitto mediorientale.

Copertina edizione inglese.
Copertina dell’edizione inglese.

Il protagonista del romanzo, Ossyane, racconta la sua storia in prima persona intervistato da un ragazzo che vede in lui un modello di coraggio e forza morale. La storia di Ossyane inizia quattro generazioni prima, con la deposizione di un sovrano ottomano, suo bisnonno. L’esilio, il senso di ingiustizia e il desiderio di rivalsa condizioneranno molto la personalità del padre del protagonista e di conseguenza il rapporto padre – figli.
Il padre di Ossyane è una persona molto colta e interessante con uno spirito combattivo, che si aspetta molto dai suoi figli. Ossyane e il fratello hanno due modi diversi di sfuggire alla pesante figura paterna: mentre il fratello è un fannullone che inizia a frequentare cattive compagnie, Ossyane va a studiare medicina in Francia.
La storia non lo porterà a diventare medico, bensì un eroe della resistenza. Durante questi anni conosce Clara, una ragazza ebrea che ha perso quasi tutta la sua famiglia, che sarà l’amore della sua vita. Ma se questa guerra li ha fatti conoscere un’altra guerra in un’altra parte del mondo li porterà ad allontanarsi.
Trasferitisi prima a Beirut e dopo ad Haifa, essendo lui musulmano e lei ebrea, Ossyane e Clara divengono quasi un simbolo contro l’odio che dilania quella regione. La guerra e le circostanze della vita sono però piú forti dei loro ideali ed inizieranno anni difficili, soprattutto per Ossyane.

Ossyane non viene presentato come un eroe, lui stesso dice che solo una casualità ha portato gli altri a credere che lui fosse un vero eroe della resistenza. Ma questo ha poca importanza perchè la storia dell’uomo, che è fatta di guerre, è fatta da tutte le persone che le vivono e le combattono.
Come tratto distintivo dell’autore abbiamo un romanzo che si articola attraverso diversi Paesi, culture e religioni e in questo caso nell’arco di circa un secolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...